“Classiche”

Dei percorsi per avere le prime conoscenze della città.

Madrid degli Austrias.

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

Un percorso tradizionale ricorrendo la parte più antica della città. Cominciamo dalla piazza d’Isabel II (Metro Ópera) per arrivare fino a la Puerta del Sol passando davanti ai resti i più antichi della città e luoghi così emblematici come la Plaza Mayor o il Palazzo Reale. È un percorso di circa undici secoli nel cui parleremo del Madrid arabo e anche della Monarchia Ispanica.

Madrid dei Borboni.

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

Percorriamo in questo caso il settore più orientale della città storica. Un area della città che, bensì esisteva già nel secolo XVII, arrivò al suo massimo splendore nei secoli XVIII e XIX. Visiteremo così elementi riconoscibili come la Puerta de Alcalá, e altri edifici meno famosi come il Salón de Reinos dell’antico palazzo del Buen Retiro. Il punto iniziale della visita si trova alla Puerta del Sol, mentre che per finire ci fermeremo all’ingresso del Reale Giardino Botanico.

Quartiere delle Lettere.

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

Il Quartiere delle Lettere e il nome per cui è conosciuto normalmente l’area compresa nei dintorni della Plaza de Santa Ana, tra le strade Atocha, Carrera de San Jerónimo e Paseo del Prado. È un quartiere nel quale sono vissuti scrittori così importante per le lettere castigliane come Cervantes o Lope de Vega, e nel quale si svilupparono i più importanti teatri e i più famosi circoli letterari, detti tertulias. Il nostro percorso deve avere inizio alla Puerta del Sol, finendo nella Plaza de las Cortes.

 

Da città a Metropoli (1860-1930)

Questi percorsi mostrano quel Madrid moderno in qui arrivano l’elettricità, le ferrovie o la metropolitana, e anche quando nascono strade come la Gran Vía.

La Gran Vía: emblema di modernità.

Durata aprossimata: 2-2:30 ore.

La Gran Vía, una strada nata in 1909, si è transformata quasi fin dall’inizio in un simbolo dell’arrivo di Madrid alla modernità. Però la sua storia comincia ben prima, a metà del secolo XIX.  Ripasseremo tutta la sua storia in un percorso che inizia al angolo della strada Alcalá con la piazza de Puerta del Sol, e cammineremo fino alla Plaza de Spagna, visitando le diverse tappe della sua costruzione.

Madrid: città della luce.

Durata aprossimata: 2-2:30 ore.

Uno dei simboli della modernità e la conquista della notte. Resa possibile dallo sviluppo di modi ogni volta più efficienti d’illuminazione. Dei modi che ebbero anche conseguenze non tanto attese ma che hanno dimostrato essere di grande importanza.

Uscendo dalla Puerta del Sol, finiremo in mezzo alla Gran Vía, la Spanish Broadway.

Atocha: l’arrivo delle ferrovie.

Durata aprossimata: 1:45-2:15 ore.

Questo percorso si sviluppa unicamente nei dintorni della stazione d’Atocha. Con questa visita usciamo un poco dal nostro lasso di tempo, arrivando fino al 1840, ma andando anche a parlare del futuro. Questo ci serve a osservare l’importanza che ebbe, ha, ed avrà questa stazione nella realtà della nostra città.

Il Madrid industriale : il rione di Arganzuela.

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

Attraverso questa visita voglio mostrare come si adattata Madrid ai cambi forzati dalle Rivoluzioni Industriali. L’arrivo delle ferrovie, l’esplosiva crescita demografica e la necessità di re-adattazione dell’economia e il sistema. Inizieremo, per ciò, dalla gara di Atocha, e finiremo il percorso nel Matadero di Madrid.

 

Percorsi per il Madrid della Guerra Civile.

Tra 1936 e 1939 Spagna subì una guerra civile. In questi percorsi si parlerà della esperienza della propria città di Madrid e dei madrileni, atraverso diversi percorsi tematici.

I primi giorni della Guera

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

In questo caso passeggeremo per il caotico inizio della Guerra Civile. Parleremo della sollevazione della caserma “de la Montaña”, del va e viene dei governi repubblicani e anche della instabilità della retroguardia. Inizieremo perciò dalla Puerta del Sol e andremo a finire vicino al Templo de Debod.

La Madrid dei ribelli.

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

Il punto d’incontro è la Piazza di Margaret Thatcher, da dove iniziaremo il percorso attraverso il quartiere delle ambasciate. Grazie a ciò usciremo dai percorsi turistici abituali e potremo conoscere gli aiuti che recivettero i ribelli, sia a livello nazionale come internazionale, e anche potremmo parlare della preparazione del “golpe de Estado”.

La Guerra nella Ciudad Universitaria.

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

Questa visita comincia alla Plaza de Moncloa presso la fermata della Metropolitana “Ciudad Universitaria”. Con questo percorso vogliamo vedere il principale fronte di battaglia della città, parlando non solamente della lotta ma anche delle repressioni: quella che si fa nella retroguardia repubblicana e quella che sviluppa Franco dopo di avere vinto la guerra.

La Madrid assediata

Durata approssimata: 2-2:30 ore.

L’idea in questo percorso e parlare di come il governo repubblicano si è adattato alla guerra una volta aveva riconosciuto che sarebbe una lunga guerra. Perciò rincorreremo la strada Alcalá e il Paseo del Prado, dal Ministero dell’Economia fino a Cibeles e da qui fino alla gara di Atocha.